Peer education, storie

Aurora e la peer education

“Dicono: c’è uno psicologo. Ma io non sono matta, che vado dallo psicologo. Tu mi devi dire: vieni, io ti ascolto. Se vuoi pubblicizzarlo devi dire: c’è un posto dove ti ascoltiamo. È molto diverso, perché una persona vuole essere ascoltata, non curata”. Aurora racconta così l’esperienza di “peer education” che conduce

Prossimi eventi

Non ci sono eventi in arrivo al momento.